Notizie

  • Conservazione dell'olio extravergine di oliva

    Per conservare al meglio l'olio extravergine di oliva occorre preservarlo da i principali fattori di deperimento, ovvero: luce, calore, sbalzi termici, aria e odori.

    Il miglior materiale per la conservazione dell'olio in cucina è la ceramica smaltata. Contenitori di questo tipo, seppur mediamente più costosi rispetto a quelli in vetro o alluminio, consentono di proteggere al meglio l'olio dalla luce e dagli sbalzi termici, oltre che dagli altri fattori di deperimento.

  • Si può friggere con l’olio extravergine di oliva?

    Si crede che gli oli di semi siano i più adatti per la frittura perché più leggeri. Non è del tutto vero. Ricerche recenti hanno dimostrato che l’extravergine è assolutamente adatto anche per la frittura in quanto resiste meglio alle alte temperature. Infatti ha un “punto di fumo” alto, cioè diventa tossico a temperature più alte rispetto agli oli di semi. Certo, il prezzo dell'extravergine è più alto. Però è si deve sapere che gli oli di semi sono estratti con i solventi chimici e non con mezzi meccanici come l'olio extravergine.